Blogger Blorges (aka Blogger della homepage rosa – 3 di boh)

Caro blorg,

io oggi me ne parto per la Spagna, destinazione Valencia, per l’addio al celibato dell’amico Tetu; ma non posso certo lasciarti nell’ansia e nell’angustia di sapere come va avanti la vicenda del bloggaucho riveduto e scorretto in salsa bloggosa. Vediamo allora di riassumere le puntate precedenti. Mentre il nostro giovane blogger-hacker si trastulla in un sito di chat, in compagnia del suo cyber-idolo RosJ75, blogger con la fama di hacker spietato e autore di commenti affilati come rasoi, nel sito fa irruzione un internauta proveniente da un dominio web lontano, un internauta che si presenta sul portale virgiliano in modo misterioso e minaccioso. Voila’ chers blogguers et bloggueuses, le proseguiment de la stuar!

* * *

Per noi egli non era ancora francireal@splinder, ma un blogger che dalla foto accanto al nick appariva alto, robusto, tutto vestito di nero, con una sciarpa scura abbandonata sulla spalla. Ricordo che l’immagine della sua faccia era da indio, spigolosa.

Il portale, alla sua entrata, fece vacillare la mia connessione. Come uno stupido lo attaccai. Lanciai un virus verso il suo account tramite short-cut da tastiera con la mano sinistra, mentre con la destra estraevo l’affusolato mouse da hacker che portavo nel gile’, sotto l’ascella. La mia carica non duro’ a lungo. Il blogger, per non perdere il collegamento, distese entrambi i firewall perimetrali e mi getto’ dal lato opposto del segmento di rete, come liberandosi da un impaccio. Mi lascio’ davanti al monitor, impotente, con la mano sotto la giacca, posata sul dispositivo inservibile. Come se niente fosse, si inoltro’. Si faceva strada tra i canali della chat room, era sempre piu’ rapido di quelli che sloggava senza farci caso. I primi – tin.it-iani curiosi – si aprirono a ventaglio, in tutta fretta. La cosa non duro’ molto. Nel canale successivo lo aspettava TheEnglishMan che, prima di avvertire sulla spalla del blog l’arrivo del forestiero, gli resetto’ la sessione con un trojan che teneva in serbo. A vedere quel colpo, tutti si buttarono nella mischia del combattimento virtuale, nel cuore di quel cyber-flame. Il sito era molto vasto: spostarono l’account del forestiero come un Anonymous Login, con virus, con worms, con intrusioni nella casella mail. Prima cancellarono alcuni dei suoi file personali, poi, visto che nemmeno cercava di recuperarli, gli cambiarono i nomi delle cartelle dei documenti o del fotoalbum, come prendendolo in giro. Anche perche’ volevano conservarlo per RosJ, che non aveva fatto un commento, li’ dal canale Channel-01, su cui era loggato in silenzio. Giochicchiava nervosamente con la mascotte di Office, rendendosi conto di quello che stava per succedere. Il .NETtalero fu fatto navigare fino a lui, saldo e col filesystem danneggiato, incalzato dagli scherni. Commentato con fischi, beffe, faccine di sputacchi, scrisse solo quando si trovo’ in chat con RosJ. Aspetto’ un po’, forse per guardare il sito di RosJ, rimise a posto l’immagine a fianco del suo nick, e disse: …

Continua…

Blogger Blorges (aka Blogger della homepage rosa – 3 di boh)ultima modifica: 2006-06-08T00:37:50+02:00da matu73
Reposta per primo quest’articolo

19 pensieri su “Blogger Blorges (aka Blogger della homepage rosa – 3 di boh)

  1. Non hai letto bene nel sito allora! Abbiamo debuttato a Ottobre! Questa però è una replica importante perchè è alle feste patronali del nostro paese, e quindi super visibilità in paese.. Non per tirarmela, ma mi è capitato più volte dopo ottobre che la gente mi riconoscesse e mi fermasse per farmi i complimenti! S_Q

  2. Mi ha detto Quarkonio che vuole venire anche lui con te. Si e’ messo a piangere quando gli ho detto che non poteva. bisogna farlo smettere perche’ fa lacrime di acqua pesante. Fra un po’ crolla tutto l’acceleratore . Mettici una buona parola :

  3. pensavo fossi già in spagna, te beato! avevo capito male, tanto epr cambiare… allora buon viaggio e ricorda, non ci vuole un pennello grande ma un grande pennello per dipingere il cosino dell’amico…! 🙂 buon divertimento! la vice

  4. Ciao mio di-letto umato preferito, ho sentito da radio esteban del tuo ritorno.. a nulla sono servite le migliaia di euriiiiii pagati alla dogana, a nulla le suppliche di chiusura delle frontiere a causa del nuovo virus scoppiato in spagna questo ultimo wend (pensa invece che io in questo wend ero a Pinerolo) chiamato avariamato.. nulla nulla… sei riuscito a rientrare, e so anche il perchè!!! Mai nulla avrebbe potuto tenerti lontano dalla tua unica e amata dea. Bacio divino

Lascia un commento