I diari della ragnatela (con un nanetto WWW)

Caro blog,

auguri: inizia oggi il tuo terzo mese di vita (lo scampolo di dicembre non lo conto, erano prove). Direi che son stati due mesi positivi, questi con te; mi sto quasi un po’ affezionando… Ed anche il tuo nome (web log, “diario della ragnatela”) mi sembra sempre piu’ appropriato, perche’ io e gli altri blogger sembriamo proprio tanti piccoli ragnetti, ciascuno che tesse ogni giorno la sua piccola tela, ed ogni tanto va a farsi un giro sulle tele dei ragnetti vicini: un brulicante traffico di simpatici aracnidi.

L’origine del nome “world-wide web” pero’ non c’entra nulla con gli allegri amici a otto zampe: il ricercatore che lo invento’ lavorava al CERN di Ginevra ed, essendo di madre lingua inglese, era irritato dalla (irritante) abitudine dei francesi di tradurre tutti i termini tecnici dell’informatica nel gallico idioma. Penso’ quindi ad un nome inglese che fosse quanto di piu’ ostico da tradurre in francese. Da li’ nacque la ragnatela-estesa-in-tutto-il-m ondo (il nome era quanto di piu’ ostico anche da tradurre in italiano), ed il suo celebre acronimo, il caro ” vuvuvu’ “.

Matu

I diari della ragnatela (con un nanetto WWW)ultima modifica: 2005-03-01T11:52:08+01:00da matu73
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “I diari della ragnatela (con un nanetto WWW)

  1. Beh spero che andando avanti e leggendo il mio post ti sia accorto a chi mi riferisco con quel “uomini di merda”… sicuramente non a te,e non ai bloggers in generale… pensavo solo agli uomini che mi girano intorno nella vita reale,e a quanto stronzi sono… che ci vuoi fà…

Lascia un commento