Le lune di Marte

Caro blog,

da sempre la palletta di nickel-ferro incrostata di fanghiglia sulla quale tutti quanti gioiosamente abitiamo e’ retta da Marte, dio guerriero e incazzuso. Forse e’ solo un accidente astronomico (Mercurio e’ retto da Venere che e’ retto dalla Terra che e’ retta da Marte che e’ retto da Giove…). Sta di fatto che e’ cosi’, e’ sempre stato cosi’.

Di questi tempi pero’, in modo dissimile da quanto era in passato, la bellicosa deita’ non puo’ mostrarsi al pubblico sotto le sue vere sembianze, con tanto di elmo, corazza e giavellotto da oplita. Oggigiorno far vedere o parlare di guerra nuda e cruda non sta bene. E cosi’ al povero Ares tocca travestirsi da donna come Achille e i viados, ed operare in modo sottile ed occulto come Hermes e Provenzano.

Marte oggi usa freneticamente i suoi scagnozzi, la Paura e il Terrore, per mascherare, agli occhi dei romani e degli ateniesi, il suo triste e sumero operato. In America anche il partito democratico ha deciso che, per vincere, occorre corteggiare i bigottoni dell’entroterra, baciapile antiabortisti che credevano veramente che Saddam avrebbe invaso loro se loro non avessero prima invaso Saddam. Qui in Italia si argomenta che un giudice non deve semplicemente applicare la legge, ma anche interpretarla secondo quelli che sono il senso comune ed il sentire popolare che l’hanno ispirata: visto che la gente ha paura del terrorismo islamico, allora i due tunisini sono terroristi islamici, quando e’ piuttosto plateale che si tratta di guerriglieri nemici (ma non essendoci guerra, non ci possono essere neanche nemici, solo terroristi).

Ho trovato l’esaltazione che e’ seguita al voto iracheno piuttosto sconcertante; le elezioni democratiche sono senz’altro una bella cosa, ma far schiattare di fame prima e schiantare di granate poi un numero piuttosto cospicuo di bimbi, per poi poter votare, mi sembra eccessivo. Terrorismo? anche le bombe sono terrore, pure se a tirartele in testa e’ un paese democratico. E questa forma di governo che abbiamo, in Occidente, non e’ democrazia, ma e’ potere del Terrore, Deimocrazia, ed impero della Paura, scorribanda di Fobie. Orbitano oscure intorno alla Terra le lune di Marte; forse e’ solo un astronomico accidente: ma allora mannaggia, perche’ non sono nato su Mercurio!

Matu

Le lune di Marteultima modifica: 2005-02-02T11:15:37+01:00da matu73
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Le lune di Marte

  1. Scusa se commento qui, fuori tema col tuo post.
    Bravo, nel tuo commento hai centrato la questione: quando manca l’amore, chiunque ti stia vicino ti dà inevitabilmente sui nervi, prima o poi! Per questo ho chiuso con le storie senza senso, perchè ero stufa di sentirmi un’estranea nel mio stesso bagno, solo perchè l’aveva usato un altra persona!!!
    Posso farti una domanda (oggi salto di palo in frasca, come si suol dire: i miei neuroni hanno lasciato qualche collegamento in giro, stanotte)? Tu hai fatto il liceo classico, vero? Liceo classico e poi ingegneria? Ho indovinato???

  2. No, non voglio assumerti, anzi! …speravo mi assumessi tu! 😉
    E’ solo una specie di mia fissazione (innocua, non temere): mi piace cercare di capire che studi hanno fatto le persone da come scrivono. Nel 90% dei casi ci azzecco. Nel tuo caso mi aveva tratto in inganno il riferimento alla mitologia e soprattutto l’uso di certi termini che in genere conosce solo chi si è fatto il mazzo sulla letteratura greca!
    Lo so, lo so, ti stai chiedendo se non ho di meglio da fare……è che oggi proprio non riesco a dare una direzione coerente ai miei neuroni!!!

Lascia un commento